Principale > Mobili

Come fare un pavimento caldo in bagno con le proprie mani: una guida passo passo

I pavimenti riscaldati sono ancora considerati una rarità nei bagni, ma non sono più sorprendenti. Danno comfort e praticità. Ogni anno aumenta il numero di persone che desiderano installare un sistema di riscaldamento di questo tipo. Tutti sanno quanto sia spiacevole stare a piedi nudi su una lastra di ghiaccio, e anche il pavimento vicino al bagno o alla doccia è costantemente bagnato.

Quindi, capiamo come creare un pavimento caldo nel bagno e cosa cercare.

Tipi di pavimenti caldi + loro caratteristiche

Cosa preferire - sistemi di riscaldamento ad acqua o elettrici? Non ha senso bruciare kilowatt di elettricità per riscaldare il pavimento di una casa con una potente caldaia. Sarebbe più razionale apportare alcune modifiche al sistema di riscaldamento esistente per dirigere il refrigerante caldo verso i tubi situati nel pavimento.

Naturalmente, è meglio pensare a collegare un pavimento riscaldato nella fase di progettazione del riscaldamento. Ma nel sistema di lavoro è facile trovare un punto in cui sarà possibile rompere la pipeline per l'inserimento di un pettine di distribuzione aggiuntivo.

Distribuisce i flussi di refrigerante ed è scientificamente chiamato un collezionista. Ogni flusso è diretto a un circuito di riscaldamento separato, il pavimento viene riscaldato da più di tali circuiti. Tutti sono collegati al collettore, il refrigerante nel collettore viene fornito con una pompa circolare speciale.

Se la superficie del bagno è piccola (fino a 5 metri quadrati), è possibile abbandonare il pettine di distribuzione e la pompa e utilizzare i rubinetti di chiusura e il termostato. Nelle stanze grandi, questa apparecchiatura è indispensabile: la caldaia consumerà troppa energia e il riscaldamento a pavimento dovrà essere considerato inefficiente.

Nei pavimenti elettrici, il "nucleo" di riscaldamento è:

  • cavi di riscaldamento, tappetini;
  • emettitori a infrarossi.

Cavo di riscaldamento o tappetino? La differenza principale è rappresentata dalla complessità dell'installazione e dall'altezza a cui il pavimento si innalza.

Per un tappetino riscaldante è sufficiente uno strato di colla sottile per piastrelle sopra i 3-4 mm, grazie al quale la piastrella sul pavimento diventa immediatamente calda. Il cavo nel tappetino è fissato su una rete di nylon con un determinato passo.

Se si utilizza un cavo al posto dei tappetini, è necessario posarlo manualmente sul pavimento, la fase di posa è impostata in modo arbitrario. Sopra il cavo viene versato uno strato di spessore DSP di 30-50 mm. Più piccolo è il tono, più fredda è la stanza può essere riscaldata. Il cavo riscalda il pavimento più a lungo, ma tale riscaldamento può essere utilizzato non solo come aggiuntivo, ma anche come base. I tappetini non sono all'altezza di questo compito. Inoltre, hanno un prezzo più alto.

Tuttavia, l'industria produce anche un sottile cavo scaldante, che non necessita di essere coperto con una soluzione fino a 30-50 mm. Su un cavo simile, come sui tappeti, è possibile applicare immediatamente l'adesivo per piastrelle, ma è possibile regolare la fase di posa. Di conseguenza, i vantaggi di entrambi i cavi sono riscaldati.

Ora riguardo al calore infrarosso... Se prima avessimo avuto un'idea sui cavi elettrici, il calore a infrarossi è nuovo. In questo caso, stiamo parlando di un film sottile a due strati, all'interno del quale viene posato un reticolo cristallino di carbonio ancora più sottile nella gamma dell'infrarosso.

I pavimenti del riscaldamento a pavimento non sono né migliori né peggiori di quelli a batteria. Hanno il loro scopo. Il film a infrarossi è più adatto per l'installazione a secco sotto il pavimento, laminato senza l'uso di malta e colla, che non aderiscono alla sua superficie liscia. Pertanto, la posa di un pavimento a infrarossi in un bagno sotto una tegola è una decisione molto dubbia, nonostante il fatto che i produttori lo permettano di essere utilizzato in ambienti umidi (bagni, docce).

Ci sono altri argomenti non a favore del film. La larghezza dell'area su cui è posizionata dovrebbe essere un multiplo della larghezza del film stesso. Altrimenti, l'intera area non si scalda, o dovrai deporre il film a pezzi, applicare la tensione a ciascun pezzo separatamente, collegare molti contatti manualmente. Tutto ciò riduce l'affidabilità del design.

I tappetini riscaldanti sono anche di larghezza standard, ma sono molto più facili da coprire un'area di qualsiasi dimensione e forma, tagliando la rete a cui è collegato il cavo, ma senza danneggiarlo. In termini di sicurezza elettrica, i pavimenti dei cavi sono anche vantaggiosi perché hanno un anello di massa e le pellicole di riscaldamento no.

Quindi, se fai riscaldamento a pavimento elettrico in bagno, poi sulla base di cavi o tappetini. È facile assemblare un tale sistema di riscaldamento: basta conoscere le basi della conoscenza dell'ingegneria elettrica. Montare un pavimento d'acqua è molto più difficile.

E che altro ci offre un confronto tra pavimento elettrico e acqua? Un sistema di riscaldamento con acqua circolante incorporato in un massetto è vietato per l'uso nei condomini a causa del suo peso elevato e il rischio di incidenti. Forse il dispositivo solo nel primo piano, e poi dopo aver ricevuto una pila di permessi.

Il collegamento al sistema di riscaldamento centralizzato non è un'opzione nemmeno per gli appartamenti al primo piano. Dove posso ottenere il refrigerante in questo caso? Dalla torre di riscaldamento. Ma dopo aver completato un percorso aggiuntivo attraverso il bagno, l'acqua tornerà alla stessa torre raffreddata. Gli appartamenti situati nei piani sottostanti non riceveranno il loro calore, i loro proprietari inizieranno giustamente ad esprimere insoddisfazione. E in estate i pavimenti non si scaldano.

Non ci sono divieti su circuiti di riscaldamento elettrici. Se non c'è acqua nel sistema, si escludono le inondazioni, incidenti che comportano molti problemi sia per i colpevoli che per i feriti. Quando il dispositivo non viene utilizzato come massetto potente e pesante, che è richiesto per le varietà d'acqua.

E torna alla necessità di aumentare l'altezza del pavimento. Nella versione con pavimento elettrico, il suo livello, come detto sopra, aumenta di 30-50 mm. E con acqua - 80-100 mm. Non si vuole costruire un podio troppo alto, ma un pavimento riscaldato ad acqua è più economico durante il funzionamento rispetto a un'opzione elettrica alternativa.

Passi di costruzione del pavimento elettrico

Prima di acquistare un cavo o un tappetino riscaldante, ci concentriamo sulla zona libera del bagno. Non prendiamo in considerazione l'area sotto la vasca con uno schermo, un box doccia, mobili sanitari, una lavatrice, un lavandino e un WC. Sotto questi elementi elementi di riscaldamento non ha senso. Inoltre, il cavo si surriscalda in tali punti e fallisce.

Potere elettrolucidante in bagno

Pavimento elettrico standard per bagni - 170-180 W / sq. metro. Questo standard è moltiplicato per l'area di posa. Ad esempio, la superficie totale del bagno è di 5,5 metri quadrati. metri. Per meno dell'area occupata da vari oggetti, otteniamo, diciamo, 3 metri quadrati gratuiti. m. Moltiplichiamo il valore medio standard di 175 per 3, al risultato aggiungiamo una riserva fino al 10% e otteniamo 525-575 W / sq. metro. Questa è la potenza richiesta per gli elementi riscaldanti del pavimento.

Istruzioni di installazione per cavi e tappetini

I calcoli preliminari offrono l'opportunità di acquistare componenti e materiali di consumo nel volume richiesto, dopodiché è possibile procedere in modo sicuro alla progettazione del dispositivo.

Passaggio 1. Puliamo la base di detriti, rimuoviamo la polvere con un aspirapolvere, uniformiamo le irregolarità (sono sufficienti 1-2 strati liquidi livellanti).

Passaggio 2. Mettiamo l'isolamento termico. I fogli isolanti devono essere posati sul pavimento con una superficie riflettente e incollare le fughe tra di loro con del nastro adesivo (nastro).

Passaggio 3. Impermeabilizzazione. Stendere il film o ruotare la membrana impermeabilizzante, livellarlo con attenzione e premerlo sulla base, sollevare i bordi sulle pareti (20 cm). Se è necessario utilizzare più pannelli, quindi metterli con una sovrapposizione di 10 cm, fissare i giunti con del nastro adesivo. È consentito l'uso di entrambi i rivestimenti e l'impermeabilizzazione del getto in più strati. Ogni strato precedente deve essere accuratamente asciugato prima di applicare il successivo.

Passaggio 4. Bordatura. Lungo il perimetro fissiamo un nastro di smorzamento (bordatura) lungo le pareti. È necessario creare un massetto "galleggiante" per evitare crepe, rigonfiamenti. Il nastro deve essere portato fino a 20 cm di larghezza, in modo che sia sufficiente per l'altezza del pavimento, compreso il pavimento piastrellato.

Passaggio 5. Posa del cavo (o dei tappetini). Controllare le condizioni di lavoro dei cavi e iniziare la posa. Il cavo scaldante è posizionato su un substrato a cui può essere collegato. In questa capacità, adeguata rete metallica. Oltre a fissare, non permetterà al cavo di immergersi nella cravatta e darà forza. Osserviamo che il cavo non si interseca. Maneggiarlo con cura per evitare anche il più piccolo danno.

La fine del cavo scaldante è collegata all'accoppiamento elettrico. Dovrebbe essere annegato nel massetto, posizionandolo il più vicino possibile al termostato (termostato), ma mantenendo una distanza di almeno 20 cm tra la parete e il giunto.

È molto più facile stendere un tappeto elettrico sul pavimento. Il processo è in qualche modo simile al taglio del tessuto.

Passaggio 6. Installare il termostato con un sensore. Nel punto giusto sulla parete, un metro sopra il pavimento, praticiamo un foro, guidato dalle dimensioni del termostato. Da esso verticalmente verso il basso, eseguiamo il drill longitudinale e proseguiamo lungo il pavimento nella direzione della posizione del sensore. È preferibile posizionare il sensore tra i cavi, piuttosto che vicino a uno di essi, in modo che mostri la temperatura in modo affidabile. La distanza dal muro è di mezzo metro.

Il sensore con il filo è posto in un tubo corrugato. La corrugazione protegge l'attrezzatura. Nello stesso tubo corrugato avviamo il filo dai tappetini riscaldanti e dirigiamo entrambi i fili al termostato. Per fare questo, allunghiamo il tubo corrugato sul pavimento, lo portiamo al muro sul muro, cerchiamo di non piegarlo con forza alla giunzione tra il pavimento e il muro per non danneggiare i fili. Quando l'accoppiatore è pieno, il tubo corrugato con il sensore deve sporgere leggermente da esso.

Passo 7. Massetto. L'installazione si completa e quindi, ancora una volta, ispezioniamo tutti gli elementi del pavimento del cavo, assicurandoci che non ci siano difetti e procediamo alla colata. Prepariamo la malta cementizia e la distribuiamo accuratamente sulla superficie e con uno spessore minimo di 3 cm. Non ci dovrebbero essere vuoti nel massetto. Se le stuoie sono state posate, saltiamo questo passaggio.

Passaggio 8. Resta il tocco finale: incollare la piastrella sul massetto o direttamente sui tappetini con colla per piastrelle.

Questo è seguito da un lungo periodo di asciugatura. Il pavimento elettrico può essere acceso non prima di 28-30 giorni dopo il completamento dei lavori. È necessario attendere la completa essiccazione della malta e della colla, in modo che il massetto non si incrini.

Suggerimenti per l'installazione di pellicole a infrarossi

Lavoro preparatorio - come nella versione precedente. La pellicola a infrarossi è posata su fogli paralleli sul materiale isolante. La posa di fogli sovrapposti è severamente vietata. Successivamente, è necessario installare un termostato con un sensore e assicurarsi che il sistema funzioni.

La struttura assemblata è rivestita in polietilene e rete di rinforzo. Fissare la griglia di montaggio con viti autofilettanti, facendo attenzione a non toccare i contatti. La rete dall'alto deve essere colata con un massetto in cemento e testare nuovamente il sistema. Dopo che il massetto si asciuga, si posa la piastrella sulla colla.

Il pavimento a infrarossi può essere testato non prima di 28 giorni, quando è garantito che si asciughi.

Fai il pavimento dell'acqua

È più difficile fare un pavimento d'acqua calda nel bagno con le proprie mani, ma perché non provare ad affrontarlo... Dobbiamo assemblare la costruzione di tubi e collegarli a una fonte di acqua calda. I tubi in metallo e in polietilene sono adatti alla pipeline. Entrambi i materiali hanno flessibilità e bassa resistenza idraulica.

Quello che devi sapere

Un circuito di riscaldamento può coprire fino a 20 metri quadrati. metri, che è sufficiente per un bagno, ma se il pavimento è progettato per essere diviso in zone autonome, quindi l'acqua deve essere fornita a loro attraverso un collettore di distribuzione.

Il collettore deve essere dotato di regolatori di flusso. Con la stessa fornitura d'acqua in diversi contorni per tutta la lunghezza, si scaldano in modo non uniforme. Un circuito più lungo peggiorerà. Inoltre, il flusso d'acqua in esso può persino fermarsi a causa della forte resistenza. Per eliminare questi problemi vengono utilizzati regolatori di flusso nel collettore.

Un numero di condizioni rigorose per procedere con l'installazione:

  1. La presenza di un sistema di riscaldamento di tipo chiuso che utilizza una pompa di circolazione.
  2. La caldaia a doppio circuito deve avere una riserva di carica.
  3. Tutto il lavoro viene eseguito con un sistema di riscaldamento completamente disabilitato.

I tubi devono essere liberati dal refrigerante.

Nello spessore del pavimento caldo, è possibile selezionare i livelli funzionali richiesti:

  • la base;
  • idro e isolamento termico;
  • la conduttura da tubi forti;
  • massetto di calcestruzzo o fibra di gesso;
  • pavimentazione decorativa.

Nelle case di legno, puoi anche fare il pavimento ad acqua, ma dovresti preoccuparti di impermeabilizzazioni affidabili. Ha bisogno di essere fatto in diversi strati, solo così la base in legno del pavimento durerà per molti anni senza riparazioni.

Guida all'installazione a fasi per un pavimento ad acqua

La costruzione di un sistema idrico è un ciclo che include tipi di lavoro standard.

Fase 1. Puliamo il pavimento, se necessario, smonta il vecchio rivestimento.

Fase 2. Impermeabilizzazione del pavimento. Posiamo il film impermeabilizzante sul pavimento. È auspicabile in un unico pezzo, ma se ci sono diverse strisce, dovrebbero essere sovrapposte e unite con una fiamma ossidrica. Il materiale impermeabilizzante dovrebbe catturare e la superficie delle pareti (fino a 10 cm in su).

Fase 3. Riempire la cravatta grezza (spessore 3-5 cm) con una miscela di haydite e cemento. Asciugare accuratamente (fino a una settimana), spruzzando acqua sulla superficie nei primi giorni per evitare fessurazioni.

Etap4. Riscaldiamo la superficie con schiuma di plastica, polistirene o altro materiale simile. Rivestimento in poliuretano sovrapposto con rivestimento riflettente in lamina. Nastro per incollare le giunture. Ora il calore dei tubi sarà diretto solo verso i locali.

Fase 5. Posiamo i tubi. Li pieghiamo secondo lo schema sviluppato, manteniamo negli intervalli tra i tubi di 15-20 cm. La struttura curva risultante è fissata. Collegare il tubo di alimentazione dell'acqua.

Passaggio 6. Accendere l'alimentazione del refrigerante e controllare se vi sono perdite d'acqua nel sistema.

Passaggio 7. Realizzare il secondo pareggio con la stessa soluzione del grezzo. Se nell'accoppiatore di sgrossatura sono state ammesse irregolarità fino a 5 mm, ora preinstalliamo i reiki-beacon per livellare perfettamente la superficie.

Lo strato di finitura del massetto si asciuga per 5-7 giorni, lo stesso del grezzo. Dopo la completa asciugatura, è possibile iniziare a finire il pavimento e posare le piastrelle del pavimento.

Video utile sull'argomento

Installazione di tappetino elettrico:

Utilizzo del cavo scaldante:

Come installare un tubo del pavimento dell'acqua:

Ogni famiglia oggi ha pavimenti caldi disponibili, il bagno con tali piani sarà trasformato e diventerà più confortevole. Il sistema di riscaldamento nel pavimento durerà a lungo, se tempestivo eseguire controlli tecnici e prevenzione.

Come scegliere e organizzare un pavimento caldo in bagno

Un bagno è una delle poche stanze in un appartamento o in una casa dove è un po 'assurdo essere in calzini o indossare pantofole. D'accordo, non indosserai calze dopo la doccia, prima che tu possa appoggiare il piede sul pavimento. E il pavimento del bagno, purtroppo, molto freddo al tatto, e in inverno e in estate. La ragione per la pavimentazione. Molto spesso si tratta di piastrelle o gres porcellanato, che emettono rapidamente calore e rimangono freddi in qualsiasi momento dell'anno. E se è del tutto possibile sopportare questo nella calda estate, allora in inverno diventa estremamente spiacevole diventare piedi nudi sulla lastra di ghiaccio. La soluzione più ragionevole è installare un sistema di riscaldamento a pavimento caldo nel bagno e godere di tutti i vantaggi che può offrire.

Utilizzare un pavimento riscaldato per riscaldare un bagno è una buona soluzione moderna.

Per dire che il "pavimento caldo" fornisce una distribuzione uniforme di aria calda in tutta la stanza, in questo contesto, senza senso. Eppure non passiamo tutto il giorno in bagno. Per noi è importante che il pavimento sia sempre caldo e asciutto. E gli spruzzi occasionali si asciugheranno quasi all'istante. Inoltre, nella zona più umida dell'abitazione, vale a dire, il bagno, la muffa e i funghi - i suoi abitanti permanenti, non si installeranno più.

Il pavimento caldo nel bagno fornirà un microclima ottimale, rimuoverà l'umidità in eccesso, che rimane dopo un bagno o una doccia caldi, nonché da asciugamani bagnati appesi ad un asciugamano. Esistono solo due tipi di sistemi di riscaldamento a pavimento: acqua ed elettrico. Ed entrambi sono adatti per l'uso in ambienti con elevata umidità.

↑ Pavimento riscaldato ad acqua nel bagno

Pavimento riscaldato ad acqua nel bagno - un'opzione economica di riscaldamento autonomo

Il riscaldamento a pavimento dell'acqua è un sistema di tubi in plastica o metallo-plastica, posato nel massetto, attraverso il quale circola acqua calda. Il controllo della temperatura può essere controllato utilizzando un termostato.

Due tubi vengono versati nell'armadio del collettore: uno - alimentazione, l'altro - ritorno. Il tubo di alimentazione è riempito con acqua calda proveniente dalla fonte di riscaldamento dell'acqua e riempie il sistema di riscaldamento. Il tubo di ritorno raccoglie l'acqua già leggermente raffreddata, che ha rinunciato al suo calore, e lo riporta all'elemento riscaldante. In questo caso, il riscaldatore può fungere da caldaia a gas. In esso, l'acqua si riscalda di nuovo e va al tubo di alimentazione. Una pompa di circolazione fornisce un flusso costante di fluido nel sistema.

Il pavimento riscaldato ad acqua presenta una serie di vantaggi significativi rispetto all'energia elettrica: in primo luogo, l'assenza di un campo elettromagnetico e di radiazioni e, in secondo luogo, il risparmio energetico. Ma allo stesso tempo gli svantaggi sono la complessità delle caratteristiche di installazione e progettazione della connessione.

Collegare il pavimento dell'acqua è necessario per la fonte di acqua calda. In una casa privata o in un appartamento con riscaldamento individuale non sarà un grosso problema. Durante la fase di costruzione o di riparazione, il bagno viene riscaldato con un sistema "a pavimento caldo", pertanto i tubi corrispondenti della caldaia vengono forniti al collettore.

Negli appartamenti in vecchio stile è vietato collegare il pavimento dell'acqua all'impianto di riscaldamento centralizzato. Sì, non è previsto in bagno. Può essere collegato solo a un tubo dell'acqua calda oa scaldasalviette. In questo caso, sarà necessario ottenere il permesso dalle autorità competenti, poiché questo è considerato come una riprogettazione.

È importante! Se nel sistema è incorporato un pavimento caldo con un tubo con acqua calda, dal rubinetto del bagno non scorrerà abbastanza acqua calda. Si raffredda fino a quando non passa attraverso il sistema di tubi sotto il pavimento.

Tenuto conto di quanto sopra, se la casa non fornisce riscaldamento individuale, si dovrebbe rinunciare all'idea di installare un pavimento riscaldato ad acqua nel bagno. È meglio prestare attenzione al suo fratello elettrico.

↑ pavimento riscaldato elettrico in bagno

Contrariamente ai dubbi al minimo, è possibile installare un sistema di riscaldamento a pavimento elettrico in un bagno senza paura di una scossa elettrica. Dopo tutto, gli elementi riscaldanti saranno nascosti sotto il massetto in calcestruzzo e il contatto diretto tra la persona e il cavo elettrico è impossibile.

A proposito, ci sono due modi per realizzare il riscaldamento a pavimento con l'elettricità: il primo è quello di utilizzare un cavo di riscaldamento elettrico, il secondo è quello di installare un riscaldamento a pavimento a pellicola infrarossa, che è una tela di 0,4-1 m di larghezza. Entrambi i metodi sono considerati tipi di riscaldamento a pavimento elettrico.

Electrocable - uno dei modi più comuni di organizzare un pavimento riscaldato in bagno

Il cavo di riscaldamento emette calore nello spazio quando passa una corrente elettrica, poiché è un conduttore con alta resistenza. È imperativo posare un isolatore di calore sotto il cavo per dirigere il calore verso l'alto e non riscaldare il soffitto verso i vicini dal basso. Il vantaggio di questo sistema è la facilità di installazione e gli svantaggi: radiazione elettromagnetica e alto consumo energetico.

In un campo di calore del film, l'elemento di riscaldamento è grafite. Tutti gli elementi sono saldamente sigillati in polietilene. Questo sistema è chiamato "pavimento caldo a infrarossi" perché funziona nell'intervallo infrarosso, la temperatura dei film è compresa tra +20 e +45 ° C, la radiazione da essi viene percepita favorevolmente dal nostro corpo. Il pavimento del film ha una serie di vantaggi rispetto al cavo: è montato direttamente sotto il rivestimento del pavimento di finitura senza utilizzare un massetto, quindi il livello del pavimento non aumenta, è più economico, è più facile da installare. Le strisce di pellicola sono collegate in parallelo, coprendo l'intera superficie riscaldata. Se improvvisamente una delle piste fallisce, il pavimento rimarrà ancora caldo.

È importante! Il set completo di riscaldamento a pavimento del film a infrarossi comprende isolamento, pellicola termica, termostato e sensore di temperatura.

E un altro punto importante: per collegare un riscaldamento a pavimento elettrico, è necessario collegare una linea separata dall'RCD a 25 A.

↑ Come fare un pavimento caldo in bagno

Prima di tutto, è necessario decidere quale tipo di sistema "pavimento caldo" verrà installato. Abbiamo già parlato dei vantaggi e degli svantaggi di ciascuno.

Indipendentemente dall'opzione scelta, l'installazione di un pavimento riscaldato nel bagno inizia con la progettazione e la pianificazione. Sullo schema applichiamo la posizione del sensore, del termostato e del punto di connessione dell'elemento riscaldante.

È importante! Riscaldare il pavimento sotto il bagno o il lavandino non è pratico. Pertanto, aggiriamo gli ostacoli di questo tipo e indichiamo la loro posizione sul piano. Schema salva per il futuro.

↑ Installazione di un pavimento isolato dall'acqua

Dal momento che abbiamo deciso di utilizzare il pavimento dell'acqua, per prima cosa determiniamo il posto per l'armadio del collettore e installarlo. Più spesso, l'armadio si trova nelle immediate vicinanze del pavimento. I tubi della caldaia di riscaldamento sono messi nell'armadio, le valvole di intercettazione sono installate su di essi. Sono necessari affinché in qualsiasi momento fosse possibile escludere una stanza dal riscaldamento, semplicemente interrompendo l'alimentazione idrica.

Colleghiamo un collettore alle valvole, che è un tubo con diversi rami. I tubi di calore saranno collegati a loro.

Per ulteriori lavori, la superficie del pavimento deve essere in uno stato "dopo i costruttori". Se installiamo il sistema in un'area residenziale, pretrattiamo la vecchia pavimentazione e rimuoviamo il massetto in calcestruzzo.

Lavori preparatori prima della posa dei tubi:

  1. La superficie dovrebbe essere relativamente piatta. Se ci sono incrinature o crepe significative, chiudili con una soluzione.
  2. Copriamo il pavimento con un film impermeabilizzante in modo da non inondare i vicini in caso di perdite.
  3. Sul perimetro del bagno incolliamo il nastro dell'ammortizzatore, dovrebbe sporgere sopra il futuro strato del massetto.
  4. Riempire la miscela di cemento-sabbia del massetto di sgrossatura. Il suo livello dovrebbe essere 5 - 7 cm sotto il futuro piano fieristico. Si consiglia di apporre dei segni appropriati sulle pareti per livellare correttamente la miscela. Quindi aspettiamo 3 giorni, bagnando regolarmente la superficie del massetto.
  5. Posa di uno strato di isolamento. È possibile utilizzare: sughero tecnico, lana minerale, schiuma di polistirene estruso o tappetini speciali. È meglio se il materiale è un foglio per riflettere il calore. I giunti sono nastrati con uno speciale nastro di alluminio.

A questo lavoro preparatorio è completato, procedere alla posa di un pavimento caldo.

A volte i tubi con acqua non vengono posizionati direttamente sul pavimento in cemento, ma su una rete di rinforzo preinstallata o su un telaio speciale.

Posa di tubi di un pavimento coibentato ad acqua:

I tubi del pavimento dell'acqua sono fissati in elementi speciali

  1. Piegare il tubo secondo lo schema preliminare e appoggiare sul massetto, fissandoli. Le opzioni di posa possono essere diverse: posa a spirale, serpente, doppio serpente, ecc.
  2. La distanza tra le parti più vicine del tubo dovrebbe essere nella regione di 15 - 25 cm.
  3. Collegare il tubo di alimentazione e tornare alle valvole corrispondenti nel collettore.
  4. Accendi l'acqua calda.
  5. Verificare la presenza di perdite. Spegnere l'approvvigionamento idrico.
  6. Prima della fase successiva, il pavimento dovrebbe raffreddarsi completamente.
  7. Riempi il secondo strato del massetto controllando il livello orizzontale. L'altezza deve essere compresa tra 3 e 7 cm. È possibile utilizzare una miscela speciale per il riscaldamento a pavimento, se i fondi lo consentono.

Dopo che il massetto è asciutto, posiamo il rivestimento del pavimento. È possibile accendere l'impianto di riscaldamento solo dopo un mese, altrimenti il ​​massetto potrebbe incrinarsi o formare dei vuoti.

↑ Installazione del cavo di riscaldamento elettrico

Il riscaldamento a pavimento elettrico a base di termostati può essere posato direttamente sotto il rivestimento del pavimento, immerso nell'adesivo per piastrelle

Tra i lavori preparatori prima di posare il cavo - portare un cavo elettrico separato al termostato e versare un massetto di pavimento ruvido.

Poi stendiamo o mettiamo il materiale termoisolante. Assicurati di sventare. Se hai acquistato un riscaldatore senza una pellicola riflettente, abbiamo anche distribuito un foglio di alluminio.

Poniamo una rete di rinforzo sopra l'isolamento in modo che il cavo non si surriscaldi. È possibile fissare immediatamente il cavo sulla griglia metallica, che quindi si sparge semplicemente sul pavimento in file.

Distribuiamo il cavo secondo lo schema, fissandolo con appositi fermagli o nastro adesivo. Assicurarsi che non si sovrapponga.

Il segmento che collega il cavo di riscaldamento al termostato dovrebbe essere il più piatto possibile. È meglio se il collegamento del cavo elettrico al riscaldatore è il più vicino possibile al termostato.

Il termostato è impostato a 0,8-1 m dal pavimento. Il sensore termico è posto in un tubo corrugato e disposto tra file di cavi adiacenti.

Prima di riempire l'accoppiatore, controlliamo l'integrità di tutte le connessioni, i giunti e la resistenza del cavo. È meglio trovare un matrimonio prima di seppellire il cavo nel cemento.

Se tutto è buono, versare il massetto in calcestruzzo con uno spessore di circa 5 cm. Ci assicuriamo che il tubo corrugato con un sensore termico sporga sopra il livello del massetto.

Controllare nuovamente la resistenza del cavo e lasciare congelare la soluzione.

È importante! L'accoppiatore non dovrebbe avere vuoti. Questo può portare al surriscaldamento del cavo. Pertanto, seguiamo questo nel processo di livellamento, e quindi accendere l'impianto di riscaldamento non prima di 28 giorni prima che il calcestruzzo abbia il tempo di ottenere la massima resistenza.

↑ Posa del pavimento del film

Riscaldamento a pavimento del film: una tecnologia innovativa, confortevole ed economica per il riscaldamento di un bagno

L'installazione del riscaldamento a pavimento a infrarossi non è praticamente diversa dal cavo di posa. L'unica differenza è che i fogli del film sono distribuiti parallelamente tra loro e anche collegati.

E un'altra importante differenza: il pavimento del film può essere posato direttamente sotto il rivestimento del pavimento senza utilizzare un massetto. Ad esempio, diffondiamo il sistema, quindi posiamo piastrelle di ceramica su una speciale colla. In questo caso, il film rimane incorporato nell'adesivo della piastrella.

Oppure puoi isolare il pavimento a infrarossi con uno speciale film protettivo. Questo è chiamato installazione a secco. Quindi posare il rivestimento del pavimento finito.

Il pavimento caldo del bagno sta appena iniziando a guadagnare le loro posizioni. E la semplicità di installazione e funzionamento dei pavimenti riscaldati elettrici consente di installarli da soli, senza il coinvolgimento di specialisti. Sì, e non sono richiesti permessi. La cosa principale è fare tutto il lavoro con attenzione e portare una linea elettrica separata.

Pavimento caldo in bagno con le proprie mani

Salire a piedi nudi sul pavimento caldo del bagno dopo la doccia è un piacere, soprattutto se la casa è riscaldata male in inverno. Puoi progettare e mettere da solo il riscaldamento a pavimento, ma questo richiede un po 'di conoscenza e abilità. Prima del lavoro, è necessario decidere il tipo di pavimenti, fare una conclusione su quale è meglio e solo successivamente acquistare i materiali e gli strumenti necessari.

Scegliere il tipo di pavimento per il bagno

I pavimenti riscaldati possono essere suddivisi in diversi tipi che vengono selezionati dall'utente in base ai criteri: le specifiche di installazione e funzionamento. Ciascuno dei tipi di pavimenti riscaldati installati con le proprie mani, svolge le sue funzioni, ma c'è ancora una differenza, e qui è necessario calcolare bene il costo di mantenere il pavimento durante il funzionamento, e anche tener conto di tutte le sfumature durante l'installazione. Se non ci sono grandi capacità nella costruzione e non c'è tempo per riparare il bagno, è meglio rendere il pavimento elettrico.

Un po 'più di tempo prenderà un pavimento d'acqua, che inoltre non richiede molti costi. E il tipo più giovane di riscaldamento a pavimento per il bagno è considerato a infrarossi, ma il suo uso non è così popolare rispetto all'energia elettrica o all'acqua.

Gli esperti ti aiuteranno a scegliere il tipo, a calcolare la quantità richiesta del materiale desiderato e a dirti quale tipo di pavimento è adatto per ogni tipo.

elettrico

Il riscaldamento elettrico del pavimento del bagno è costituito da un set di tappetini elettrici realizzati con un film speciale e un cavo per il riscaldamento. I cavi rendono single-conduttore e forte. Il costo dell'innesto è più alto a causa dell'elevato livello di sicurezza. Insieme ai tappetini, nel kit è incluso un termostato per la determinazione e la regolazione della temperatura richiesta, nonché dei fili, per il collegamento del sistema alla rete. Si consiglia di acquistare separatamente pellicola isolante e, se non inclusa, acquistare nastro adesivo e tubi corrugati.

Le seguenti azioni sono eseguite in fasi:

  1. Prima di installare il pavimento elettrico con le proprie mani, è necessario preparare la superficie, abbattere il vecchio rivestimento. Dopo ciò, la base dovrebbe essere perfettamente piana e non avere sporcizia e polvere, dossi e buche. L'ultimo difetto è sigillato con una soluzione concreta e livellato con strumenti, e le collinette sono rimosse con carta smerigliata speciale.
  2. Dopo aver preparato il posto per l'imposizione delle stuoie, ha determinato l'area per l'installazione del termostato. Ed è già possibile effettuare il cablaggio elettrico per connettersi alla rete di un pavimento riscaldato.
  3. Un film isolante viene applicato con un lato lucido al soffitto con il primo strato sul pavimento pulito livellato. I giunti sono fissati con nastro adesivo. Le piastre isolanti non devono raggiungere i muri.
  4. Le stuoie elettriche sono prodotte principalmente in rotoli e talvolta con reti già predisposte per la posa e il nastro per il fissaggio, se questo non è disponibile, la rete dovrà essere acquistata e il cavo sarà disposto con una certa distanza.
  5. Il bagno è molto piccolo, quindi il tappetino dovrà sicuramente essere ruotato in un angolo: per farlo, la griglia viene semplicemente tagliata e il cavo viene installato nella posizione corretta.
  6. Il sensore, che di solito entra nel complesso, è posto in un luogo ben accessibile in modo da non danneggiare il pavimento durante guasti o manutenzione.
  7. Il termostato sulla parete è installato secondo le regole di funzionamento e sicurezza con cablaggio elettrico. Quasi come una presa con un sensore nascosto nel muro sotto la scatola.
  8. Dopo l'installazione, il sistema funziona e l'alimentazione è controllata. È possibile controllare il tester di flusso corrente.
  9. Se il sistema funziona, viene eseguito un massetto di un certo spessore, in cui viene applicata la piastrella o altro materiale del pavimento.

acqua

Il pavimento riscaldato ad acqua nel bagno è costituito da tubi in plastica, rame o PVC installati con un diametro ridotto. Sono montati sulla superficie del pavimento nel giusto ordine e riscaldati con l'aiuto di acqua calda fornita, la cui temperatura può essere regolata tramite un termostato. Gli stessi tubi o materiali sono usati per i radiatori, quindi il sistema assomiglia a una batteria per il pavimento di un tipo particolare. I tubi sono rivestiti con piastrelle, massetti di cemento o pavimenti in legno.

L'opzione migliore per un bagno è una piastrella posata su materiale di alluminio e pavimenti in cartone per un migliore trasferimento di calore. Il pavimento in legno sopra l'impianto di riscaldamento dell'acqua installato è installato se la stanza ha una buona ventilazione. Nelle vicinanze, lo spazio è destinato al collettore necessario per controllare la temperatura nel sistema.

Il costo di un pavimento acquatico caldo e autoprodotto è relativamente economico e l'installazione del sistema è semplice e sicura. Gli specialisti coinvolti nell'installazione professionale del riscaldamento a pavimento, raccomandano di posare i tubi sotto il pavimento della casa, ciò per evitare che l'acqua penetri nell'appartamento durante un'emergenza nel sistema. Come fare un pavimento caldo in bagno, se l'appartamento o la casa ha il riscaldamento individuale? Dopo aver installato tutti i materiali necessari, il sistema è collegato alla fonte di acqua calda, cioè al riscaldamento individuale.

Fai attenzione! Alcuni lavori di costruzione e riparazione richiedono l'approvazione e la documentazione con il permesso delle autorità competenti. È meglio assicurare e prima di installare il riscaldamento dell'acqua nel tuo bagno, chiedere permessi per non pagare più tardi e non pagare multe.

vantaggi

Acqua o pavimento elettrico in bagno fai da te ha molti vantaggi:

  1. Tutti i sistemi sono nascosti alla vista, in un momento in cui i radiatori di riscaldamento occupano anche un posto in uno spazio già piccolo;
  2. Ogni bagno o doccia sarà più piacevole se il bagno ha una temperatura confortevole non solo dell'aria, ma anche del rivestimento del pavimento.
  3. I pavimenti caldi con collegamento al riscaldamento individuale sono installati sia negli appartamenti che nelle case private, questo fa risparmiare notevolmente il budget familiare e questo sistema paga in tempi piuttosto rapidi, specialmente se è installato con le proprie mani.

carenze

Come ogni sistema installato in casa ha i suoi svantaggi:

  1. Il costo del sistema per l'acquirente non costa un piccolo importo. Ma sarà giustificato dopo le prime applicazioni, perché semplicemente non vuole lasciare il bagno comodamente attrezzato.
  2. Non tutti i rivestimenti per pavimenti che vorrei utilizzare in bagno possono essere utilizzati come pavimento. Le più pratiche saranno le piastrelle di ceramica e il pavimento autolivellante. È razionale installare un pavimento in legno solo se c'è una buona ventilazione in bagno, altrimenti tale pavimento dovrà essere cambiato presto.
  3. Il riscaldamento a pavimento elettrico richiede elettricità. Pertanto, prima di installare qualsiasi tipo di pavimento riscaldato, è necessario calcolare tutti i pro e i contro per scegliere quale è migliore, altrimenti il ​​pavimento non sarà utile, perché sarà molto costoso da usare.

L'installazione di pavimenti riscaldati, elettrici o acqua, che è meglio, è necessario scegliere solo il proprietario di una casa o un appartamento. Il costo di qualsiasi sistema non è economico, ma costa meno farlo da solo quando si installa il pavimento. Se l'elettricità può essere attivata anche in estate, il riscaldamento dell'acqua del pavimento funzionerà solo con il lancio di un sistema di riscaldamento individuale. Il sensore del sistema mostra la temperatura non superiore a 40 gradi, ma con l'aiuto del termostato è possibile modificare il riscaldamento.

Pavimento riscaldato in bagno sull'esempio di un sistema di cavi elettrici

Il pavimento riscaldato può essere rilevante in qualsiasi stanza, ma nel bagno è quasi necessario. Ad ogni modo, per comodità. Ricorda la fredda giornata invernale quando, dopo una doccia calda, i tuoi piedi cadevano sulla superficie ghiacciata della piastrella. Non proprio carino, vero? Le piastrelle di ceramica praticamente non mantengono il calore, quindi, senza riscaldamento "mirato", rimane sempre freddo. Tuttavia, allo stesso tempo, è molto pratico, specialmente nelle stanze umide. Pertanto, non si dovrebbe rifiutare la piastrella, soprattutto perché c'è un modo per neutralizzare completamente la sua "freddezza" - per installare un pavimento caldo nel bagno.

I moderni impianti di riscaldamento a pavimento possono essere elettrici o ad acqua. Ognuno di questi tipi può essere installato in modo indipendente, ma lo schema dell'acqua richiede un sistema di riscaldamento privato e non è adatto per gli appartamenti cittadini. Riscaldamento a pavimento elettrico - è universale e la sua installazione non rappresenta una grande complessità, quindi è su di lui che ora verrà discusso.

Compriamo tutto ciò di cui hai bisogno e formiamo un set

Per installare un sistema di riscaldamento a pavimento nel bagno, è necessario acquistare:

  • riscaldamento singolo o doppio cavo;
  • termostato;
  • sensore termico;
  • un tubo corrugato di plastica (lungo 1-1,5 m);
  • nastro di montaggio;
  • materiale per isolamento termico.

Installazione di un sistema di riscaldamento a pavimento elettrico

Passaggio 1. Installare il termostato

Il dispositivo di un pavimento riscaldato nel bagno è desiderabile iniziare con l'installazione di un termostato (termostato). Questa è la parte più importante del sistema, che serve per controllare automaticamente il grado di riscaldamento a pavimento.

Il termostato per il bagno include un sensore di temperatura del pavimento. Questo dispositivo trasmette i dati di temperatura a un termostato, che a sua volta controlla che il pavimento caldo nel bagno si scaldi ad una certa temperatura. Non appena ciò accade, il termostato spegne il sistema e lo riaccende solo quando il pavimento si raffredda.

Per prima cosa è necessario eliminare una piccola rientranza nel muro per il montaggio della scatola di installazione del termostato. Questo viene fatto ad un'altezza di 50-100 cm dalla superficie del pavimento. Dopodiché, dalla rientranza al pavimento, due solchi verticali vengono tagliati usando una smerigliatrice o uno scalpello con un martello. Dopo aver posato il cavo e installato il sensore, vengono inseriti due tubi nelle scanalature ricevute, in uno dei quali vengono alimentati i cavi di alimentazione e nell'altro i fili del sensore.

Passaggio 2. Preparazione della base del pavimento

Poiché, dopo aver eliminato il flash, non è previsto alcun lavoro "sporco", è tempo di pulire la base del pavimento da detriti e polvere di costruzione. Il pavimento deve essere piatto, senza differenze di altezza visibili. Se necessario, livellare il pavimento con un massetto cementizio o un composto autolivellante.

Dopo che il pavimento è stato livellato, la sua superficie è adescata e in attesa che il primer si asciughi.

Passaggio 3. Posa dell'isolamento

La fase obbligatoria del dispositivo dei pavimenti isolati termicamente è l'isolamento termico. È necessario se non si vuole spendere l'energia di un pavimento riscaldato per riscaldare i locali sottostanti: l'appartamento di un vicino o il seminterrato. In questo caso, il tuo sistema funzionerà per usura, e la parte del leone di energia "volerà nel tubo", mentre toglierà grandi somme dal tuo budget.

Pertanto, qualsiasi materiale termoisolante con uno spessore di almeno 20 mm viene posto sul sottofondo. Può essere espanso polistirolo, penofol, penoplex, schiuma plastica, schiuma polietilenica sversata, sughero, ecc.

Passaggio 4. Posa del cavo scaldante

La posa del cavo inizia dal luogo in cui i cavi di alimentazione sono collegati al termostato. Il nastro di montaggio in acciaio è fissato all'isolamento termico con incrementi di 0,5 m. Il cavo scaldante è disposto sopra, di solito a zigzag, ed è fissato al pavimento dai petali del nastro di montaggio.

La posa del cavo deve rispettare le seguenti regole:

  • la spaziatura tra le spire del cavo è di almeno 6 cm;
  • la distanza dalle pareti al cavo è di almeno 10 cm;
  • distanza da tubi e riscaldatori - almeno 20 cm;
  • il raggio di curvatura della bobina è di almeno 5-6 diametri di cavo.

Passaggio 5. Montaggio del sensore di temperatura

Il sensore di temperatura del pavimento è inserito in un tubo corrugato di plastica e posizionato tra le spire del cavo scaldante. Un tubo viene tirato dal termostato al pavimento, e poi sopra la superficie del pavimento di altri 0,3-0,5 m. Un tappo è posizionato sull'apertura del tubo, dal lato del sensore, in modo che la malta cementizia non entri dentro quando si versa il massetto.

Il sensore conduce al termostato e li fissa lì. I solchi sul muro si chiudono con intonaco o mastice.

Passaggio 6. Controllo del sistema

Dopo che tutti i collegamenti elettrici sono stati effettuati, il sistema è stato testato per rilevare eventuali danni alle sezioni di riscaldamento, al sensore o al termostato.

Passaggio 7. Dispositivo di fissaggio

Se tutto è in ordine, allora è possibile iniziare a riempire il massetto con uno spessore di 3-10 cm. È preferibile utilizzare miscele speciali per questo, che vengono vendute appositamente per il riscaldamento a pavimento. Dopo 3 giorni, sarà possibile camminare sul massetto ed eseguire la finitura, ma è ancora impossibile accendere l'impianto di riscaldamento. Dovrebbero essere necessari almeno 28-30 giorni prima che il massetto cementizio si asciughi e ottenga la forza necessaria.

Passaggio 8. Finitura

Piastrelle o piastrelle di gres porcellanato sono spesso utilizzate come pavimento di finitura in un bagno. Tuttavia, le condizioni specifiche di riscaldamento a temperatura e umidità elevata resisteranno sia a piastrelle in vinile, pavimenti in pietra e termo-legno impermeabile.

I tappetini riscaldanti sono un'alternativa degna.

Non si può dire che il processo di posa di un pavimento riscaldato in un bagno sia molto complesso. Inoltre, questa tecnologia può essere ulteriormente semplificata se viene utilizzato un tappetino riscaldante elettrico invece di un cavo separato. Questo prodotto è una rete resistente al calore, sulla quale è fissato un sottile cavo scaldante al nastro di fissaggio. L'installazione di questo sistema è molto comoda: non è necessario stendere il cavo da soli, fissarlo ai nastri di montaggio e sopportare un passo. Tutto è già stato fatto in anticipo dal produttore. Inoltre, quando si installa un tale sistema non viene utilizzato l'isolamento.

Tuttavia, ci sono anche degli svantaggi per le stuoie elettriche, e sono piuttosto notevoli. In primo luogo, il sistema di riscaldamento finito è del 20-30% più costoso rispetto alla tradizionale opzione "cavo". In secondo luogo, poiché il materiale isolante non è posizionato sotto le stuoie, esse vengono leggermente aumentate per compensare la perdita di calore attraverso le solette. Di conseguenza, tali piani consumeranno più energia elettrica.

Tecnologia che pone un pavimento caldo sotto la piastrella: 10 passi per il successo

Quale opzione dare la preferenza?

La pavimentazione riscaldata dalla rete può essere rappresentata da un cavo di riscaldamento o da un termostato. I vantaggi e gli svantaggi di ogni tipo di riscaldamento a pavimento elettrico sono stati discussi in dettaglio nell'articolo corrispondente. Ora, ancora una volta in breve, parleremo di quale opzione è meglio scegliere.

Il riscaldamento a pavimento elettrico dal cavo sotto la piastrella è più economico, ma allo stesso tempo, il calcolo della sua lunghezza e l'installazione stessa sono più difficili. Si consiglia di usarlo nel caso in cui si possa sacrificare l'altezza del soffitto (in quanto il massetto sarà più spesso).

Per quanto riguarda il tappetino riscaldante, ha diversi vantaggi, perché in effetti, è una versione migliorata dell'esploratore. La caratteristica progettuale è che lo stesso cavo è già posizionato su una speciale rete in fibra di vetro che consente di sopportare un passo uniforme tra le curve.

Inoltre, la praticità del termostato è che per calcolare il materiale è necessario solo calcolare l'area della stanza e, in base a questo parametro, selezionare un rotolo di dimensioni adeguate.

Quale delle opzioni per dare la preferenza a te spetta a te, ma ti consigliamo comunque di utilizzare una stuoia elettrica, oltre a questa opzione ha molte recensioni positive su Internet.

Tecnologia di posa

In questo articolo prenderemo in considerazione la posa di un pavimento elettrico caldo sotto la piastrella usando un cavo scaldante e un tappetino speciale. Il lavoro preparatorio sarà simile, la differenza sarà solo nel processo principale.

Prepara la superficie

Per prima cosa è necessario rimuovere il vecchio pavimento e pulire la superficie dai detriti. Se non ci sono difetti, puoi fare a meno di un pareggio (bozza). In tal caso, se il pavimento presenta delle irregolarità, è necessario livellarlo inizialmente con una soluzione, da 3 a 7 cm di spessore.

Creazione di uno schema

Prima della progettazione è necessario tracciare uno schema del collegamento di un riscaldamento elettrico a pavimento sotto la piastrella, sul quale segnare la fase di posa dei fili o del tappetino riscaldante.

Raccomandazioni per l'elaborazione dello schema:

  • dalle pareti deve essere di almeno 10 cm;
  • è vietato posare il materiale in luoghi dove i mobili sono installati senza gambe, così come gli elettrodomestici (il trasferimento di calore sarà impedito e tutta l'aria calda ritornerà al conduttore, che causerà il surriscaldamento e il guasto);
  • non è necessario posare il materiale dritto, è possibile tagliare delicatamente la griglia per piegare la traccia nella giusta direzione (questa opzione consente di ridurre il consumo energetico concentrandosi sul riscaldamento solo sulle sezioni necessarie).

Calcolo del materiale

Se si decide di eseguire un pavimento caldo sotto la piastrella con le proprie mani come riscaldamento principale, è necessario calcolare tenendo presente che per 1 m 2 è necessario un riscaldatore di almeno 140-180 W. Per un sistema di riscaldamento ausiliario, è possibile utilizzare una potenza non superiore a 140 W / m 2 (80 W è possibile, tutto dipende da quanto è ben isolata la stanza).

Tutto ciò che serve è calcolare l'area della stanza (lunghezza * larghezza) e sottrarre da questo valore l'area occupata da mobili senza gambe e elettrodomestici (poiché è vietato impilare materiale sotto di essi). Di conseguenza, si ottiene un'utile area di riscaldamento. Dopodiché, sulla base del risultato ottenuto, viene determinata la potenza totale richiesta dell'elemento riscaldante e la sua lunghezza. L'uscita lineare di un metro di cavo scaldante può variare da 16 a 21 W / m.

Ad esempio, se l'area della stanza è 10 m 2 e si sceglie un riscaldatore con una capacità di 100 W / m 2, il risultato sarà una potenza totale richiesta di 1 kW. Scegli un cavo di 20 W / m, la cui lunghezza dovrebbe essere di 50 m (1000/20).

Thermomat è selezionato secondo lo stesso principio, in base all'area utilizzabile e alla potenza richiesta. Inoltre, è necessario acquistare un nastro di montaggio, che verrà utilizzato per montare il riscaldatore sul massetto in calcestruzzo.

Controlla il vecchio cablaggio

Come capisci, per una stanza con un'area di 25-30 m 2, sarà necessario un riscaldamento elettrico a pavimento sufficientemente potente sotto la piastrella, che avrà un carico significativo sul cablaggio elettrico della casa. È necessario calcolare la sezione trasversale della corrente del cavo e determinare se il cablaggio è adatto per un nuovo sistema di riscaldamento. Se si scopre che il diametro dei conduttori non corrisponde, è necessario sostituire il cablaggio in casa con uno nuovo, più potente. Verificare inoltre che l'interruttore di circuito e l'RCD corrispondano alla nuova corrente di carico.

Isolamento superficiale

Ora procediamo all'installazione e la prima cosa da fare è riscaldare qualitativamente la superficie per la posa del riscaldamento elettrico del pavimento. Da ciò dipenderà l'efficienza di utilizzo del sistema, nonché la sua efficienza. Il Penofol è considerato il miglior isolante in questo caso: materiale laminato con uno strato autoadesivo e un rivestimento rivestito di alluminio. Tutto ciò che serve è incollare l'intera superficie di calcestruzzo con un giunto di testa, dopo di che i giunti devono essere incollati con un nastro di alluminio. Dovrebbe essere notato che penofol dovrebbe andare alle pareti di alcuni centimetri per aumentare l'isolamento della stanza.

Se si desidera ridurre leggermente l'altezza della stanza, al posto di penofol, è possibile inserire un'altra resistenza, ad esempio polipropilene o polistirolo espanso.

Al termine, si consiglia al robot di incollare un nastro di smorzamento attorno al perimetro delle pareti sopra l'isolamento, il cui scopo è quello di compensare l'espansione del rivestimento quando riscaldato. È inoltre necessario posizionare una griglia metallica sopra lo strato termoisolante, che impedirà il contatto diretto con il riscaldatore e semplificherà l'installazione di un riscaldamento a pavimento elettrico sotto la piastrella.

Installazione del sensore di temperatura

Per monitorare e controllare il sistema, è necessario installare un termostato speciale e un sensore di temperatura. Il termostato è un regolatore (meccanico o elettronico) con il quale è possibile impostare la temperatura ottimale, nonché il tempo di accensione / spegnimento del sistema. È montato nel muro, vicino alle prese.

Per quanto riguarda il sensore di temperatura, deve essere installato nel pavimento stesso. A tal fine, uno speciale scivolo viene creato nel muro dal termostato, che è rigorosamente diretto verticalmente al soffitto. Successivamente, il sensore viene posizionato in un tubo corrugato e portato al punto in cui la temperatura del riscaldamento elettrico del pavimento viene monitorata sotto la piastrella. Questo posto è il mezzo tra i due giri del cavo, senza le intersezioni vicine non dovrebbe essere. La corrugazione protegge il sensore da eventuali danni e consente anche di accedervi in ​​qualsiasi momento (ad esempio, quando non riesce). La fine delle ondulazioni, che saranno nel massetto, per affidabilità, si raccomanda di riempire con sigillante in modo che la soluzione non entri dentro.

Lista di controllo del riscaldamento

Prima di posare il cavo (o il tappetino), è necessario misurarne la resistenza. Questo valore non dovrebbe differire dai dati del passaporto di oltre il 10%. Per fare questo, è necessario utilizzare un dispositivo speciale - un multimetro (mostrato nella foto qui sotto), che determina anche dove la fase, se non vi è alcuna marcatura a colori dei fili. Se la resistenza corrisponde al valore nominale, è possibile installare un riscaldamento elettrico a pavimento sotto la piastrella.

Chiusura cavo (o thermomat)

Ora che la superficie è completamente preparata, è necessario fissare l'elemento riscaldante. Se si utilizza un cavo, collegarlo utilizzando un nastro di montaggio, come mostrato nella foto:

In questo caso, si raccomanda anche l'uso di collari di plastica, che renderanno il processo di fissaggio del riscaldamento elettrico del pavimento sotto la piastrella più facile e veloce.

La distanza tra le spire dovrebbe essere la stessa sull'intera area, altrimenti il ​​riscaldamento elettrico del pavimento sarà irregolare. I tappetini riscaldanti sono più facili da installare. la distanza tra le bobine viene mantenuta per tutta la lunghezza. Tutto ciò che serve è disporre il materiale secondo lo schema e collegarlo correttamente al termostato.

Una volta completata la posa del pavimento elettrico sotto la piastrella, è necessario verificare la correttezza della connessione misurando la resistenza con un multimetro. Il valore risultante dovrebbe corrispondere a quello misurato prima della posa.

Riempitore di massetto

Per fare una soluzione concreta è necessario preparare il seguente rapporto di materiali:

  • 4 pezzi di sabbia;
  • 1 parte di cemento;
  • 5 pezzi di macerie;
  • 0,6 parti di acqua;
  • 1% in peso di cemento plastificante speciale (conferisce elasticità alla soluzione).

Va notato che la quantità di acqua deve essere piccola, altrimenti potrebbero verificarsi incrinature nel massetto. Per quanto riguarda l'argilla espansa e la perlite, è severamente vietato l'aggiunta alla soluzione, perché Questi materiali interrompono il trasferimento di calore e sono una delle ragioni del surriscaldamento del conduttore.

Lo spessore della fascetta deve essere compreso tra 3 e 5 cm. Non è consigliabile andare oltre questi valori. Dopo averlo versato, devi aspettare fino a quando la malta non si sarà completamente regolata. Nonostante il fatto che il massetto si indurisca dopo un paio di giorni, la sua completa asciugatura avverrà solo dopo 4 settimane (e forse più). Fino a quel momento, accendere il riscaldamento elettrico del pavimento è vietato.

Attiriamo inoltre la vostra attenzione sul fatto che il massetto è necessario solo se viene utilizzato un cavo di riscaldamento. Thermomat può immediatamente dopo la posa servire come base per la colla per piastrelle.

Posa delle mattonelle

Dopo l'affondamento dei massetti (2-3 giorni), è possibile senza perdere tempo per passare alla finitura delle piastrelle del pavimento. Si consiglia di farlo solo se si ha esperienza, perché è necessario assicurarsi che la superficie sia rigorosamente orizzontale. La piastrella "si siede" su una colla speciale, dopo di che l'installazione di un riscaldamento elettrico a pavimento sotto la piastrella è considerata terminata!

Questa è l'intera tecnologia di posare le proprie mani. Ti consigliamo di vedere il video in cui puoi vedere alcune delle sfumature dell'evento: